I sintomi della tenia del cane

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Cosa devi fare

La tenia che attacca il cane (dipylidium caninum) fa parte della famiglia parassitaria dei cestodi.

Viene trasmessa tramite una pulce infetta che il cane ingerisce. Di solito è presente nel suo pelo o in quella di un animale che convive con lui come un altro cane o un gatto.

Le pulci, parassiti, una volta ingerite dal cane iniziano la loro vita nel suo intestino. Qua assumono le sostanze nutritive sottraendole dal cane, per poter crescere fino a 70cm, riprodursi tramite uova depositate al suo interno e creare una vera e propria colonia infestante di tenie.

Quali problemi dà la tenia al cane

La tenia, parassita che ricorda un verme piatto e non ha la classica forma cilindrica, non è per niente salutare per il benessere del tuo cane. E neanche anche per te. Infatti è un parassita che può essere trasmesso anche all’uomo.

Se il cane presenta questi sintomi:

  • aumento della fame
  • il cane sfrega spesso il sedere per terra
  • vomito
  • pelo opaco
  • diarrea
  • dimagrimento

Contatta il tuo veterinario di fiducia per una visita di controllo per verificare se ha o meno un’infestazione di tenie al suo interno.

Chiariamo una cosa

Sulla perdita di peso del cane c’è da specificare una cosa. Vedendo il cane più vorace potrebbe sembrare strano che dimagrisca e non ingrassi visto tutto quello che mangia. Appena noti questo fatto, porta il cane dal veterinario e diglielo.

Perché accade? La tenia visto che è un parassita e vive alle spalle del cane all’interno del suo intestino, trarrà tutte le sue energie per crescere. Il cane non assorbirà i nutrienti necessari per stare in salute e per provare il classico senso di sazietà. Ecco perché ti sembrerà di avere in casa un tritatutto magro come un insetto stecco.

Come si risolve il problema tenia nel cane?

Oltre ai sintomi descritti poco più su di solito il veterinario potrebbe richiederti dei campioni di feci del tuo cane da analizzare. Questi dovranno essere presi in momenti differenti e seguendo le indicazioni del medico.

È un gesto che serve poiché non tutte le volte che il cane defeca ci possono essere delle tracce di tenia grandi più o meno come chicchi di riso.

Una volta fatta la diagnosi, il medico del tuo amico a quattro zampe prescriverà la cura che dovrà seguire.

In più potrebbe aggiungere un trattamento contro le pulci. Riferisci al vet se all’interno della casa ci sono altri animali. Anche loro dovranno essere sottoposti a terapia per evitare che il cane si contagi di nuovo e non riuscire a interrompere questo ciclo infinito.

Cos’altro puoi fare

Ci sono pulci che possono vivere anche nella copertina o nella cuccia del cane.

Oltre a mettere a lavare e sanificare tutte le stoffe che utilizzi per lui o lei come ad esempio l’asciugamano o l’asciugazampe, chiedi sempre al veterinario o in farmacia se esistono dei prodotti per eliminarle dagli ambienti domestici dove il cane vive di solito.

In questo modo debellerai il nemico e proteggerai te stesso e tutti gli altri umani che vivono assieme al cane.